lunedì 28 luglio 2014

Cornetto al caramello salato


A buon inteditor, poche parole.
Cornetto home-made. 
Caramello salato.

Oh boy, sono già in bambola.

Se poi non avete voglia di cimentarvi con la preparazione del gelato, questa ricetta si fa in 10 minuti, vi basterà solo assemblare il tutto.
E chi v'ammazza?

Poi, non per dire: ferragosto, grigliata da paura, voglia di dolce si, ma fresco.
Che figurone ci fate a presentare una robina così?

Se poi avete gli amici spitinfi che "Sì, ma a me senza..."o magari "Mhm, ma io preferivo..." e...ci siam capiti: preparate solo i coni, magari con diversi tipi di cioccolato, con diversi tipi di frutta secca o zuccherini, o quel che vi viene in mente, e fate scegliere a loro il gusto del gelato.

Io direi che mettete lì la vaschetta e il cucchiaio, e lasciate che gli spitinfi facciano da sè, così siamo tutti contenti. 


Per realizzare 3 coni (piuttosto grandi):
  • 3 cialde da passeggio (chiedete alla vostra gelateria di fiducia: io sono riuscita ad ottenerne 5 per 1€)
  • 500gr circa di gelato al Caramello Salato (ma scegliete il gusto che preferite)
  • 250gr di cioccolato fondente tritato
  • 30-50gr di burro
  • 100gr di arachidi salate tritate (o croccante sbriciolato) 
*Vi occorreranno anche del riso o dei legumi secchi (quelli che si usano per le cotture in bianco ad esempio) e 3 mug.

Sciogliete il cioccolato a bagno maria. 
Una volta sciolto, aggiungete il burro a dadini mescolando fino a rendere il cioccolato liscio e lucido.

Riempite le mug di riso o legumi e tenetele a portata.

Pucciate il bordo di ogni cono nel cioccolato fondente e poi nelle arachidi (o nel croccante). Per far rapprendere il cioccolato, infilate i coni nelle mug e passatele qualche minuto in freezer. 

Dato che ci siete, tirate fuori il gelato e lasciate che si ammorbidisca un poco a temperatura ambiente.

Rappreso il cioccolato sui coni, riprendeteli e riempiteli per 1/4 (ma facciamo anche 1/3...) con dell'altro cioccolato fuso, che andrà a creare la tanto amata "punta" finale, e se vi va una presa abbondante di arachidi o croccante.
Rimettete in freezer. 



Rassodato anche questo cioccolato, riprendete i coni e farciteli con il gelato. 
Io ho utilizzato un cucchiaio per riempire la cavità e il pallinatore per realizzare la sommità, ma scegliete pure la tecnica che preferite.

Se il vostro gelato si sta sciogliendo troppo, passatelo qualche minuto in freezer. Dopodichè, aiutandovi con un cucchiaio, fate colare una dose abbondante di cioccolato su ogni cono, spargetevi sopra delle altre arachidi o croccante e rimettete subito in freezer.

Aspettate almeno una mezz'oretta prima di divorarli selvaggiamente.

E sareste felici anche così, tanto che manco vi sto a dire le MILIONI di varianti che mi frullano per la testa...
Ma forse, qualche goloso volenteroso vorrebbe saperne di più.
Magari sul gelato al caramello salato.



Innanzi tutto dovete sapere come si fa il Toffee, o Dulce de Leche, o Confettura di Latte, chiamatelo come vi pare.
Io lo faccio così.

E non ditemi che bollire delle lattine è una cosa che non sapete fare, perchè non ci credo.
Ma se proprio vi fa fatica, ora si trova facilmente del Dulce de Leche già pronto anche al super. Cercate nel reparto etnico.

Per circa 1kg di gelato:
  • una lattina di confettura di latte (circa 400gr)
  • 250ml di latte fresco intero
  • 250ml di panna fresca
  • 3 tuorli d'uovo
  • 3 cucchiai di zucchero semolato
  • un cucchiaino di vaniglia (o mezza stecca)
  • un cucchiaino di sale in fiocchi
Mettete il latte, la panna, la confettura di latte e la vaniglia in una pentola.
Scaldate a fuoco lento e, aiutandovi con una frusta, fate sciogliere il toffee.
Portate a bollore e spegnete.

Nel frattempo, sbattete (a mano, non è necessario incorporare molta aria) le uova con lo zucchero, finchè non diventano chiare e lo zucchero non è completamente sciolto.
Incorporate il latte al caramello, ormai non più rovente, nel composto di uova e zucchero.

Rimettete tutto nella pentola (meglio se pulita) e cuocete a fuoco basso, finchè la crema non inizia ad addensarsi.
Fate attenzione perchè grazie al toffee la crema è già molto densa in partenza (è questo che rende questo gelato irresistibile), ma si addenserà ancora di più grazie alle uova.

Una volta pronta, filtrate la crema attraverso un colino a maglie fini, trasferite in una caraffa resistentente al calore e coprite con della pellicola. 
Fate raffreddare a temperatura ambiente, poi trasferite in frigo per almeno 3 ore, meglio se per una notte intera.


Una volta freddata (e "maturata") la crema, accendete la gelatiera e versate il composto nel cestello.
Lasciate mantecare per almeno 30-40 minuti, all'ultimo, aggiungete il sale. Lasciate che il movimento della macchina lo incorpori, poi spegnete e trasferite in un contenitore a chiusura ermetica.
Congelate per almeno un'oretta prima di consumarlo.

Non avete la gelatiera e mi state maledicendo.

Non temete, se l'idea di fare il gelato in casa non vi ha spaventato fino a qui, allora potreste usare questo metodo: tenete il contenitore (meglio se di metallo) nel quale volete conservare il vostro gelato nel freezer, poi tiratelo fuori e versatevi la crema preparata.
Aggiugete il sale e rimettete in freezer per circa 5 o 6 ore, durante le quali, a intervalli regolari di 30 minuti, mescolerete energicamente la crema.
In questo modo romperete i cristalli di ghiaccio che si formeranno di volta in volta, ottenendo così un gelato cremoso anche senza la gelatiera. 

E vi assicuro che vale lo sforzo.
Ma sono contenta anche se il gelato ve lo comprate e realizzate solo i coni.
Poi fatemi sapere cosa dicono i vostri amici spitinfi...


Nessun commento:

Posta un commento

Lasciate un commento, chiedete delucidazioni...vi risponderò prima possibile.